Sui migranti si continua a sbagliare…

“L’Europa, e purtroppo anche il governo italiano, di fronte alle tragedie che ormai quotidianamente insanguinano il Mediterraneo continua a far finta di niente. L’unico interesse dei nostri governanti sembra essere quello di rincorrere una ‘contabilità bellica’ tanto cinica quanto ridicola, quando ad esempio prova a pianificare un attacco di droni nei porti libici per bombardare gommoni, pescherecci e altri natanti”.
Lo scrive il senatore di SEL Peppe De Cristofaro su Il Manifesto, sottolineando come “da un lato dobbiamo trovare soluzioni davvero capaci di definire, a partire dalla centralità del Mediterraneo, nuove pratiche di integrazione e convivenza per i nostri Pesi; dall’altro siamo chiamati a contribuire realmente alla costruzione urgente di una fase di sviluppo economico, sociale e politico per le Nazioni africane. Due questioni che richiedono interventi diversi per tempi e strumenti”.
“La prima cosa da fare oggi – scrive ancora l’esponete di Sel – è ripristinare immediatamente il programma Mare nostrum e attivare, prima di tutto in Libia, e poi in altri Paesi della fascia sahariana e sub sahariana tutti i canali politici e diplomatici per ricreare una prima stabilità in questi luoghi. Allo stesso tempo – conclude – è urgente portare a Bruxelles e all’Onu – con idee, argomenti e una convinzione ben diversa da quella mostrata dal primo ministro all’ultimo Consiglio europeo – la necessità di definire politiche comuni di accoglienza e asilo”.