Per i malati di Sla una doccia fredda!

‘I tagli del Governo al Fondo per la non autosufficienza e al Fondo per le politiche sociali nella Legge di Stabilità sono una vergogna, un scelta indegna per un Paese civile. Già nel corso degli ultimi anni questi fondi hanno subito dimezzamenti inaccettabili e semmai andrebbero aumentati affinché i servizi alle persone non autosufficienti e con disabilità siano migliorati, rafforzati, estesi.
Sinistra Ecologia Libertà in Parlamento si batterà affinché i fondi vengano ripristinati e aumentati. Dopo la propagandistica doccia fredda estiva di Renzi, il taglio ai fondi è una doccia gelata per i malati di Sla e per le persone non autosufficienti. Non è possibile fare cassa sulla carne viva delle persone’.
Lo affermano la capogruppo di Sel in Commissione Affari Sociali on. Marisa Nicchi e la deputata di Sel on. Donatella Duranti, commentando l’ennesima protesta dei malati di Sla davanti al Ministero dell’Economia.