Legge di stabilità, le opposizioni al governo: necessario il ritorno in aula

Le opposizion chiedono al governo il ritorno in Aula del Def alla luce del cambiamento dei saldi della legge di stabilità dopo che, nella lettera alla Ue, l’esecutivo ha annunciato nuove misure di 4,5 miliardi per raggiungere gli obiettivi di bilancio di medio termine.

«Con la risposta di questa mattina alle richieste di chiarimento della Commissione Ue sul Documento programmatico 2015 il governo annuncia nuove misure per raggiungere gli obiettivi di bilancio di medio termine cambiando, però, i saldi della legge di Stabilità. Peccato che il Parlamento ha recentemente approvato un Def con saldi diversi. Il Def ritorni immediatamente in Aula». Lo afferma il capogruppo di Sel a Montecitorio on. Arturo Scotto.
«Vista la nuova fase politica determinatasi dopo la grande manifestazione di sabato a Roma, che ha chiesto una modifica radicale della politica economica e del lavoro del Governo, è necessario fare fronte comune con chi quella piazza l’ha attraversata e sostenuta, entrando nel merito dei provvedimenti per rimettere in discussione l’impianto della manovra e del Jobs Act. Le forze della sinistra presenti in Parlamento ne hanno la forza e i numeri, conclude» il capogruppo di Sel on. Arturo Scotto.