Fratoianni: grave aver taciuto sulle minacce a Don Ciotti

“Nessuno mi ha avvisato delle minacce di Riina” lo dice oggi don Ciotti riferendosi alle minacce di morte da parte del boss dei corleonesi. È un fatto grave che non si sia informata la persona a cui erano dirette le minacce, un fatto che il ministro dell’Interno deve spiegare. Alfano lo deve spiegare al diretto interessato, lo dovrà spiegare in Parlamento e lo deve spiegare all’opinione pubblica italiana. Lo afferma il coordinatore nazionale di SEL, Nicola Fratoianni. 
In queste ore abbiamo visto – prosegue il coordinatore di Sel - che l’Italia migliore ha sommerso di solidarietà don Ciotti e l’associazione Libera: un bel segnale  incoraggiante. Ma dal governo – conclude Fratoianni -  ci aspettiamo chiarezza su questo aspetto della vicenda. Noi non abbasseremo la guardia nel nostro impegno contro le mafie e per l’affermazione dei diritti di legalità.