Adelande! Ecco la festa di SEL

Lavoro, pace, giustizia. Sono le grandi sfide del futuro e i temi cardine che attraversano la dodici giorni della Festa Nazionale di Sinistra Ecologia Libertà.
Non una festa tematica ma una manifestazione poliedrica, tra Politica e Cultura, tra Europa e vicende politiche italiane, tra aggregazione e riflessione, con prezzi a misura di crisi e tanto lavoro volontario degli attivisti SEL. Sarà al Carroponte di Sesto San Giovanni (Mi) come lo scorso anno.


ADELANTE!: avanti verso un cambiamento che non si attorcigli nella frenesia finendo per girare a vuoto e che non lasci indietro nessuno.
Verranno affrontati  nodi nazionali e internazionali, a partire dalle sfide per la trasformazione sociale del paese, per la rappresentanza delle nuove soggettività sociali, per il semestre europeo e le prossime elezioni regionali.
Ne discuteranno in incontri e dibattiti personaggi di primo piano della politica italiana, rappresentanti del governo, intellettuali, esponenti della società civile e del giornalismo del nostro Paese.
Si comincia giovedì 24, alle 18 con “Adelante! La resistenza ieri, oggi, domani. Giovanni e Nori”. Poi Marco Furfaro, Jorge Lago, Alessandra Quarta, Daniele Viotti e Matteo Pucciarelli che alle 20.30 discuteranno di innovazione europea.
In questi giorni drammatici per la Palestina si fa sempre più pressante una seria riflessione sulla necessità di rimettere al centro della politica internazionale ed europea la ricerca della pace. Lo faranno, venerdì 25  Mai Al Kaila -ambasciatrice palestinese in Italia -, Raffaella Bolini, Emanuele Fiano, Arturo Scotto e Alfredo Somoza.
Il tema del lavoro sarà affrontato con Susanna Camusso sabato 26 luglio e martedì 29  con un dibattito dal titolo “Per un nuova rappresentazione sociale del lavoro” cui parteciperanno tra gli altri Pippo Civati e Massimilano Smeriglio.
Per tutta la durata della festa verranno raccolte le firme per il referendum Stop Austerity e il 1 agosto alle 20:30 proprio di questo si discuterà con Nicola Fratoianni, Curzio Maltese, Stefano Fassina e Massimo Mucchetti
Il 28 luglio sarà dedicato alla giustizia tema sequestrato dal dibattito politico da vent’anni di berlusconismo. Con Alessia Morani responsabile giustizia del pd, Daniele Farina deputato SEL e Stefano Anastasia di Antigone mentre giovedì 31 arriva EXPO con un dibattito sull’alimentazione con fra gli altri il vice-ministro all’agricoltura Andrea Olivero, il deputato Franco Bordo, il presidente di Coop Lombardia Guido Galardi.
Spazio anche alla riflessione sull’attualità  e sulle riforme istituzionali in discussione al Senato.  “Chi ha paura della democrazia?” un titolo che è tutto un programma per un dibattito coordinato da Daniela Preziosi con De Petris, Chiti, Campanella, Mussi, Urbinati.
Il 2 agosto di nuovo attualità politica ma con lo sguardo rivolto al futuro della Sinistra, del Paese e dell’Europa con Nichi Vendola.
La dimensione locale della gestione della cosa pubblica, fra patto di stabilità e diritti di cittadinanza, sarà affrontata il 30 luglio, con “Milano come Lampedusa?” la presentazione di un dossier sull’emergenza siriana alle 18 e con il dibattito alle 20.30 tra sindaci: Monica Chittò, Gianni Speranza, Luca Vecchi, Massimo Zedda.
La città di Milano e il suo sindaco saranno protagonisti domenica 27 luglio con un’iniziativa sul nuovo regolamento milanese sull’Arte di Strada e con il dibattito Milano e/è Oltre con Giuliano Pisapia e i segretari metropolitani di SEL e PD.
Ogni sera  dopo i dibattiti sul palco arriveranno artisti nazionali e internazionali  cominciando dagli EX-CSI (il 24 luglio) fino ad arrivare allo ska punk dei NOFX (il 3 agosto).