Poletti stia tranquillo, il Parlamento modificherà il decreto lavoro

Troviamo curioso che il ministro Poletti, il giorno in cui cominciano i lavori parlamentari  in commissione sul decreto lavoro, dichiari che “il governo difenderà il provvedimento secondo le procedure parlamentari che sono previste”, rendendosi quindi indisponibile a qualsiasi discussione che entri nel merito del provvedimento.

Noi al contrario riteniamo indispensabile procedere ad un approfondito dibattito e avanzeremo proposte che contribuiranno ad arricchire e migliorare il testo, correggendone le storture.
Il nostro unico intento è quello di salvaguardare l’interesse generale evitando di approvare una legge che invece di combattere la precarietà la estende all’infinito. Una legge che anziché creare posti di lavoro liberalizza i licenziamenti. Una legge che non crea condizioni favorevoli allo sviluppo e alla ripresa dell’economia e continua nel solco delle passate fallimentari politiche che hanno prodotto soltanto un drammatico abbassamento dei diritti, delle tutele dei lavoratori e della qualità del lavoro.

Francesco FERRARA 
 
Napoletano, sindacalista: il tema del lavoro è al centro del suo impegno di sempre. E' il coordinatore nazionale di Sinistra Ecologia e Libertà.