Giornata della Shoah, Vendola: «Non si tratta solo di ricordare il passato si tratta anche di pulire il presente e il futuro dai veleni dell’intolleranza»

«Rastrellati da tutta Europa, deportati nei lager, marchiati come bestie, privati di identità e dignità, uccisi nelle camere a gas e bruciati nei camini. Milioni di ebrei insieme a persone colpevoli di ogni tipo di diversità. Questo è stato». Così in Israele Nichi Vendola rende omaggio alle vittime dell’Olocausto, che questa sera sarà ricordato allo Yad Vashem in una cerimonia solenne, a cui sarà presente la delegazione di Sel.

«Non si tratta solo di ricordare il passato – prosegue il leader di Sel – si tratta anche di pulire il presente e il futuro dai veleni dell’intolleranza. La banalità del male è sempre il buco nero in cui rischiamo di precipitare. L’esercizio della memoria – conclude Vendola – è il nostro dovere assoluto».