Mare Nostrum, Sel: ministro della Difesa riferisca in Parlamento su natura della missione

«Il Parlamento deve essere messo a conoscenza sulle modalità operative e sulle regole della missione “Mare Nostrum”, che contempla uno schieramento imponente di uomini e mezzi militari, sia aerei che navali. Dalla guerra umanitaria siamo passati al pattugliamento umanitario. Il Ministro Mauro riferisca al Parlamento», lo dichiara la capogruppo di Sel in commissione Difesa on. Donatella Duranti.
«Non è tollerabile, continua la deputata di Sel, che il Governo esautori il Parlamento rispetto a decisioni di questa portata, soprattutto rispetto ad un impegno concreto del nostro Paese in termini di accoglienza e assistenza. E tutto questo mentre si rafforza la collaborazione con la Libia sulla sicurezza delle frontiere e sui pattugliamenti per il respingimento dei profughi.
Destano poi grande preoccupazione le affermazioni del Ministro Mauro in merito ai trasferimenti nei porti più vicini dei profughi che non hanno bisogno di assistenza sanitaria.Tutti i profughi che cercano disperatamente di arrivare da questa parte del Mediterraneo sono bisognosi di assistenza, in primis umanitaria. Non vorrei, conclude l’on. Duranti, che si introducesse un nuovo, ed ennesimo, filtro alla concessione dell’asilo. E’ davvero incomprensibile e dannosa la distinzione che opera il Ministro.»