La speranza ecologista

La conferenza ecologista di Sel convocata per il 26 ottobre a Roma costituisce l’occasione per recuperare nella nostra agenda politica la centralità della riconversione dell’ economia e della società.
Una conferenza aperta che vuole attraversare il dibattito del prossimo congresso nazionale portando un contributo di idee e cultura politica capace di coinvolgere personalità,soggetti e movimenti esterni a Sel.
La conferenza ecologista di Sel e non la conferenza degli ecologisti perché siamo covinti che questa speranza deve diventate patrimonio di tutti, perché la sinistra di questo secolo non può che essere innanzi tutto ecologista anche e soprattutto quando affronta le grandi questioni economiche,della giustizia sociale,della pace.
Vogliamo partire dalle città e dalla tutela del territorio,come ci indica anche uno dei temi della nostra campagna nazionale sulla bellezza, per avere uno sguardo sull’Europa a partire dal grande appuntamento di mobilitazione per il clima di Parigi 2015.
Alla conferenza ecologista   tra gli altri abbiamo chiesto un contributo a Ignazio Marino, sindaco di Roma, Mario Tozzi ricercatore Cnr e commissario del parco dell’appia antica, Jacopo Fo,interverranno i parlamentari di Sel, il coordinatore nazionale Ciccio Ferrara e ovviamente Nichi Vendola.
Otre all’assemblea plenaria abbiamo previsto 5 gruppi di lavoro e al termine della nostra giornata parteciperamo ai fori imperiali pedonalizzati alla manifestazione promossa da Legambiente, WWF e altre associazioni per le energie pulite e rinnovabili.
Insomma una bella giornata di lavoro e impegno promossa dal coordinamento nazionale di sel a cui stanno collaborando anche Tilt e i forum sel beta e sel agricoltura. Inoltre con il primo firmatario dell’appello europeo contro la vivizezione Claude Ress approfondiremo i temi dei diritti degli animali.

Paolo Cento
Responsabile ambiente sel