Debito P.A.,Sel: tagli ad editoria, 8Xmille e cooperazione inaccettabili. Le risorse da Difesa e Grandi Opere

“La conversione del decreto-legge sui debiti della Pubblica Amministrazione avviene in un momento particolarmente importante e di difficoltà della nostra economia. Abbiamo fatto un lavoro sicuramente importante in sede di Commissione, che ha visto la convergenza dei gruppi su importanti punti e siamo veramente rammaricati che il decreto-legge sia stato rovinato alla fine da un dispositivo che prevede la copertura degli oneri con dei tagli previsti alla cooperazione allo sviluppo, all’editoria e all’otto per mille.” Lo afferma l’on. Giulio Marcon capogruppo di Sinistra Ecologia Libertà in commissione Bilancio.
“È un peccato perché questi tagli per noi sono inaccettabili, non possono essere condivisi, sono dei tagli che colpiscono dei settori e dei capitoli di spesa che già in questi anni sono stati drammaticamente tagliati.

- SEL – conclude l’on. Giulio Marcon -  si appella al Governo e al Parlamento perché riveda il meccanismo della copertura finanziaria di questo decreto. Occorre trovare delle soluzioni alternative a quelle che sono state individuate, utilizzando stanziamenti della Difesa e quelli per le grandi opere”.