Fiat approfitta delle debolezze del governo. Vendola sarà a Melfi domenica mattina

“Marchionne la deve smettere di approfittare della debolezza dei governi italiani”, lo afferma Giorgio Airaudo capolista di Sinistra Ecologia Libertà in Piemonte. “E’ necessario che FIAT stabilisca con il nostro Paese un accordo scritto sugli impegni in Italia così come ha già fatto dagli Usa alla Serbia. Marchionne poi confonde la nascita societaria della FIAT con la nascita produttiva. In Italia da quando ci sono stati operai (150 in Corso Dante a Torino nel 1900) c’e stato il sindacato, primo fra questi la FIOM che nasce nel 1901″, prosegue l’esponente di SEL Airaudo.
“Vorrei ricordare a Marchionne che il primo contratto nazionale, visto che forse non lo sa, si è fatto a Torino con le industrie dell’automobile.  Mi aspetto – conclude Airaudo – che il prossimo governo di centrosinistra chieda a Marchionne quegli impegni che il centrodestra e i tecnici non hanno voluto e saputo ottenere dalla FIAT”.

Intanto via Twitter Nichi Vendola ha anunciato la sua presenza domenica mattina ai cancelli di Melfi: “Quei politici che non lasciano soli  i lavoratori e che chiedono conto degli impegni non mantenuti,  per Marchionne sono osceni.Per me no” scrive Nichi Vendola, presidente di Sinistra Ecologia Libertà. “Proprio per questo – prosegue il leader di Sel – domenica mattina saro’ a Melfi.  C’e’ chi  ci va con Marchionne. Io saro’ li con l’operaio Giovanni Barozzino”.